giovedì 12 febbraio 2015

3) Odio...chi denigra la panna

Dopo questo post chi ha un blog di cucina o simili mi farà cercare da un qualche sicario per uccidermi, ma d'altra parte io sono qui per regalare spremute di limone a tutti. Le regalo perché c'è crisi e quindi ho abbassato così tanto il prezzo che alla fine sono gratis. Però lo scontrino é fiscale e le tasse le pago e lo faccio volentieri perché qualcosa devo pur fare per non pensare che sono disoccupata da quando ho dovuto chiudere il mio negozietto e non so cosa fare della mia vita.
Per fortuna i limoni non mancano mai!
Comunque, bando alle ciance, ciancio alle bande! 
Volevo parlare del prurito smodato alle mani che mi danno tutti gli individui che, per una ragione a me oscura, denigrano la panna.
Devo fare una premessa: io adoro cucinare. 
Cucino da sempre qualsiasi cosa e nessuna preparazione mi spaventa troppo. Ovviamente ci sono cose che non mi piacciono (come le interiora), ma non le scredito...semplicemente non le cucino.
Ora, che cos'ha fatto di male la povera panna agli "cheffoni" stellati (o anche no)?
Perché in sostanza la cosa è andata così: un qualche "cheffone" da tv in qualche programma ha detto che la panna è per chi non sa cucinare e da li, tutti gli egregi cuochi provetti di casa più o meno dotati, hanno cominciato a ripetere a pappagallo (neanche fosse una hit del momento) che la panna è per chi non sa cucinare.
Adesso, se uno in tutto quello che fa, in ogni singolo piatto (persino nell'insalata), ci mette la panna posso anche essere più o meno d'accordo. Propenderei più per dire che è poco fantasioso e che ha il colesterolo alle stelle.
Però quel "cicinin" di panna in alcune preparazioni ci sta anche, anzi a volte fa la differenza.
Voglio dire, è un ingrediente come tanti altri...come il pepe, come il pomodoro, come il vino, come l'erba cipollina...
Non è neutro e non serve solo a rendere tutto più cremoso o ad aggiustare come dicono in tanti. A volte serve anche per questo, ma non solo.
Spesso mi chiedo se chi lo dice ha mai assaggiato l'ingrediente panna così com'è, nudo e crudo (cosa che si dovrebbe fare con tutti gli ingredienti e che io faccio).
La panna fresca liquida è dolce, molto burrosa (potresti mangiare il magma e poi buttare giù un cucchiaio di panna che tanto lo spegne) e in bocca lascia un retrogusto non piacevolissimo di...mucca (proprio come il latte l'alito da dopo panna non è dei migliori, meglio lavarsi i denti).
E' tutto fuorché neutra quindi non serve solo ad allungare, correggere o mantecare.
Quel goccetto di panna messo al momento giusto e nelle quantità giuste può cambiare un piatto ed è così perché la differenza semplicemente si sente.
Chiaramente, come di ogni cosa, non bisogna abusarne.
Davvero non capisco perché minimizzare sempre tutto, ghettizzare anche determinati alimenti e disprezzare chi non ne disdegna l'uso.
Un buon cuoco, a mio avviso, è un cuoco che fa un buon piatto nel quale i sapori sono armonici e bilanciati, nessuno prevale sull'altro, ma soprattutto che fa un piatto che piace e del quale si farebbe volentieri il bis.
Poi che importa se ha messo tanti o pochi ingredienti e quali?
L'importante è saperli combinare con sapienza e gusto e comunicare un'emozione.
La cucina deve essere qualcosa di piacevole, non un ulteriore motivo di guerra fra pannari e non pannari.
Quindi se qualche volta vi capita di aver voglia di mettere quel pochino di panna in un piatto fatelo e non sentitevi cuochi di serie B...seguite il cuore, paga sempre!

Che mi dite? siete pannari o non pannari? Piace anche a voi cucinare o preferite mangiare? Piatto preferito?



LemonHate V.

20 commenti:

  1. ti seguo da poco e già non posso fare a meno delle tue spremute di limoni!
    Io sono pannara e ne vado fiera, senza panna non si potrebbero fare tanti dei miei piatti preferiti! Vuoi mettere una pasta, panna e salsiccia o panna e salmone, senza panna?
    Bah! io i programmi di cucina li ho sempre un pò evitati, preferisco buttarmi e fare tutto a caso o seguire una ricetta.
    Aggiungerei che ad esempio io ODIO Sonia (o come si chiama) di Giallozafferano, a lei viene sempre tutto e si aspetta che tu abbia un termometro da zucchero, una teglia apposita o altri aggeggi strampalati e te lo dice solo a metà ricetta! Quando magari tu sei già pronto li ad immaginare di gustarti il piatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      Ahahahahahahahahah mi hai fatta morire con Sonia! Si io non amo particolarmente lei (forse perchè ho paura delle sue sopracciglia) e se è vero che molte delle ricette che propone sono buone è anche veto che molte sono sbagliate a monte (parlando di quelle tradizionali).

      Elimina
    2. Qualcuno ti direbbe che la pasta panna e salmone è anni 80 roba vecchia........vaffa! A noi ce piace! 👍

      Elimina
    3. l'ho mangiata giusto ieri!

      Elimina
  2. A me la panna piace e tante volte mi salva qualche pasto se vado di corsa. A differenza tua non amo particolarmente cucinare e in ogni caso me ne frego di quello che dicono chef veri e finti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto!!!
      Darò una sagra della panna XD

      Elimina
    2. AHAHAHAH! Viva la panna! XD

      Elimina
  3. Sinceramente me ne frego delle stronzate che dicono i grandi chef, che quando impiattano con porzioni che sembrano mini assaggini penso sempre a una battuta di checco zalone "è pronta la pasta la puoi scolare!!" XD e di tanto in tanto quando mi metto a cucinare seguo solo i consigli della mamma o della nonna, della cucina quella casareccia che l'importante è che sia buono :D da buona napoletana adoro i piatti quelli "pesanti", ho lo stomaco di ferro che mi tradisce raramente, e vado giù di pizza, lasagne, parmigiana, dolci super calorici... <3 e poi sì, la panna è panna, se esiste un motivo ci sarà, noo?? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah si quella battuta calza a pennello! Non potrei essere più d'accordo con tutto ciò che hai detto! ^.^

      Elimina
  4. Dico la mia? :-) ma non mi odiare ... io la panna in cucina la uso pochissimo, solo per alcuni piatti "d'annata" (leggi filetto al pepe verde), per il resto non ne vedo il bisogno. Il punto è che effettivamente spesso la panna viene usata a sproposito da chi non sa cucinare. Ma questo non vuol dire che tutti quelli che usano la panna non sanno cucinare, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati! A parte che "odio" è per via del gioco di parole OH dio mio! E odio mio peró non odio nessuno :) comunque non ti non-odio perchè la penso come te...io amo la panna, ma ne faccio un uso ristretto. La uso solo quando ci vuole (quando ci vuole ci vuole!) perchè sono convinta che in alcuni liatta faccia la differenza. Tu ne hai citato uno per l'appunto che senza la panna a mio avviso non è la stessa cosa. Come dicevo è ovvio che se uno la usa per tutto come ingrediente primario probabilmente ha poca fantasia o ristrette capacità culinarie, ma se la si mette ogni tanto in qualche piatto non ci vedo nulla di male. È un ingrediente anche lei poverina...bisogna saperla usare senza eccedere.

      Elimina
    2. Liatta=piatti per il mio correttore automatico -_-'

      Elimina
    3. Ah e quando la uso, uso solo panna fresca Mai da cucina. Primo perchè il sapore è diverso, secondo perchè c'è una bella differenza in termini di qualità e conservanti e terzo perchè la panna da cucina non mi diverte...non devi neanche farla rapprendere XD

      Elimina
    4. complimenti :-( sei una intenditrice :-)

      Elimina